A sample text widget

Etiam pulvinar consectetur dolor sed malesuada. Ut convallis euismod dolor nec pretium. Nunc ut tristique massa.

Nam sodales mi vitae dolor ullamcorper et vulputate enim accumsan. Morbi orci magna, tincidunt vitae molestie nec, molestie at mi. Nulla nulla lorem, suscipit in posuere in, interdum non magna.

Legge contro l’omo-transfobia: ennesima bufala?

È stato licenziato martedì il testo base contro l’omo-transfobia in commissione giustizia ma con numerose mancanze ed approsimazioni. La richiesta avanzata da tempo, infatti, è l’estensione di tale tutela penale alle persone omosessuali e trans. Il testo approvato ieri si limita, però, a estendere la tutela penale solo agli atti di discriminazione, lasciando fuori le altre ipotesi.

Non si è fatta tuttavia attendere la risposta di Rete Lenford con una nota sul testo base della Proposta di legge in materia di contrasto all’omofobia e alla transfobia con i testi a fronte delle disposizioni modificate dal testo base e il confronto con l’Atto camera n. 245 (figura in basso). Pronta anche la risposta dei “Giuristi per la Vita” secondo i quali la legge sull’omofobia e la transfobia “rischia seriamente di avere gravi ripercussioni sui diritti fondamentali dell’uomo”.

 

Il popolo della rete, e non solo, tuttavia ha rapidamente reagito facendo circolare un appello su facebook che condividiamo ed al quale invitiamo ad aderire e far circolare.

**Obiettivo**

Spingere i partiti a presentare la legge completa contro omo-tranfobia e non un testo base inutile attualmente proposto dall’alleanza PD ( Ivan Scalfarotto ) + PDL.

** COSA POSSO FARE IO **
Invia una mail ad Ivan Scalfarotto ( primo firmatario del testo svuotato di ogni tutela per le persone LGBTI) per richiedere pressione mediatica e per chiedere che spinga per far approvare il testo completo di legge.

Mail Ivan Scalfarotto: ivan@ivanscalfarotto.it

Testo email:

Oggetto: Richiesta pressione mediatica sull’approvazione del testo integrale originario della legge contro l’omotransfobia

Mi chiamo ………………….scrivo da ……….vorrei richiedere l’approvazione del testo integrale originario della legge contro l’omotransfobia che verrà presentato al Governo prossimamente.

Grazie

Firma

Dobbiamo sbrigarci!
Martedì 16 entro le ore 12 i partiti potranno inviare emendamenti per far si che la legge che il movimento LGBT aveva richiesto e noi dobbiamo creare attenzione e pressione mediatica su questa vicenda, da questa decisione dipenderà davvero come potrà cambiare la nostra vita.

Senza legge completa contro l’omofobia, una persona potrà insultarvi, picchiarvi, fare mobbing senza ricevere la giusta aggravante come crimine d’odio, ottenendo al massimo un’aggravante per futili motivi.

Inoltre le persone transessuali continueranno a non avere alcun tipo di tutela.

Inoltre questa legge introduce per la prima volta nelle leggi italiane le problematiche della discriminazione delle persone omosessuali e transessuali che fino ad ora sono state INVISIBILI.

Questa legge è importante perché sarà il grimaldello per far approvare in futuro l’equiparazione dei matrimoni civili, anche se tu non sei d’accordo con il matrimonio potrai capire quanto a livello sociale porterebbe ad un cambiamento positivo sopratutto per le famiglie con figli formate da persone omosessuali.

Cominciamo a lottare per i nostri diritti e perché gli altri possano ugualmente ottenerli!

TESTO IN VIGORE

MODIFICHE APPORTATE DAL TESTO BASE

ART. 1

Il Presidente della Repubblica è autorizzato a ratificare la convenzione internazionale sull’eliminazione di tutte le forme di discriminazione razziale, aperta alla firma a New York il 7 marzo 1966.

ART. 1

Il Presidente della Repubblica è autorizzato a ratificare la convenzione internazionale sull’eliminazione di tutte le forme di discriminazione razziale, aperta alla firma a New York il 7 marzo 1966.

ART. 2

Piena ed intera esecuzione è data alla convenzione di cui all’articolo precedente a decorrere dalla sua entrata in vigore in conformità all’art. 19 della convenzione stessa.

ART. 2

Piena ed intera esecuzione è data alla convenzione di cui all’articolo precedente a decorrere dalla sua entrata in vigore in conformità all’art. 19 della convenzione stessa.

ART. 3

1. Salvo che il fatto costituisca più grave reato, anche ai fini dell’attuazione della disposizione dell’articolo 4 della convenzione, è punito:

a) con la reclusione fino ad un anno e sei mesi o con la multa fino a 6.000 euro chi propaganda idee fondate sulla superiorità o sull’odio razziale o etnico, ovvero istiga a commettere o commette atti di discriminazione per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi;

b) con la reclusione da sei mesi a quattro anni chi, in qualsiasi modo, istiga a commettere o commette violenza o atti di provocazione alla violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi;

2. … .

3. È vietata ogni organizzazione, associazione, movimento o gruppo avente tra i propri scopi l’incitamento alla discriminazione o alla violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi. Chi partecipa a tali organizzazioni, associazioni, movimenti o gruppi, o presta assistenza alla loro attività, è punito, per il solo fatto della partecipazione o dell’assistenza, con la reclusione da sei mesi a quattro anni. Coloro che promuovono o dirigono tali organizzazioni, associazioni, movimenti o gruppi sono puniti, per ciò solo, con la reclusione da uno a sei anni.

ART. 3

1. Salvo che il fatto costituisca più grave reato, anche ai fini dell’attuazione della disposizione dell’articolo 4 della convenzione, è punito:

a) con la reclusione fino ad un anno e sei mesi o con la multa fino a 6.000 euro chi propaganda idee fondate sulla superiorità o sull’odio razziale o etnico, ovvero istiga a commettere o commette atti di discriminazione per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi;

b) con la reclusione da sei mesi a quattro anni chi, in qualsiasi modo, istiga a commettere o commette violenza o atti di provocazione alla violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi ;

2. … .

3. È vietata ogni organizzazione, associazione, movimento o gruppo avente tra i propri scopi l’incitamento alla discriminazione o alla violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi. Chi partecipa a tali organizzazioni, associazioni, movimenti o gruppi, o presta assistenza alla loro attività, è punito, per il solo fatto della partecipazione o dell’assistenza, con la reclusione da sei mesi a quattro anni. Coloro che promuovono o dirigono tali organizzazioni, associazioni, movimenti o gruppi sono puniti, per ciò solo, con la reclusione da uno a sei anni.

ART. 4

All’onere annuo, derivante dall’attuazione della presente legge, valutato in L. 2.050.000, si provvede per gli anni finanziari 1974 e 1975 mediante riduzione, rispettivamente, degli stanziamenti del fondo speciale di cui ai capitoli 3523 e 6856 degli stati di previsione della spesa del Ministero del tesoro per gli anni medesimi.

Il Ministro per il tesoro è autorizzato ad apportare, con propri decreti, le occorrenti variazioni di bilancio.

ART. 4

All’onere annuo, derivante dall’attuazione della presente legge, valutato in L. 2.050.000, si provvede per gli anni finanziari 1974 e 1975 mediante riduzione, rispettivamente, degli stanziamenti del fondo speciale di cui ai capitoli 3523 e 6856 degli stati di previsione della spesa del Ministero del tesoro per gli anni medesimi.

Il Ministro per il tesoro è autorizzato ad apportare, con propri decreti, le occorrenti variazioni di bilancio.

 

2 comments to Legge contro l’omo-transfobia: ennesima bufala?

Leave a Reply

  

  

  

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>